Catania e il barocco

Catania città del Barocco

Visita Catania! La città che è stata distrutta 9 volte e altrettante è stata ricostruita e rinnovata, dai suoi tenaci abitanti. Ti stupirà con il suo centro storico barocco e i suo monumenti di epoca sveva.
duomo catania

I 10 luoghi più interessanti da visitare a Catania

  1. Piazza del Duomo. Stupenda piazza barocca su cui si erge il simbolo di Catania, una statua in pietra lavica raffigurante un elefante, sormontata da un obelisco e posta al centro della fontana dell’Amenano. Da sotto la fontana è visibile il fiume che scorre sotto Catania. I palazzi circostanti sono stati edificati con la caratteristica pietra nera dell’Etna.
  2.  La Cattedrale di Sant’Agata si trova su piazza del Duomo. E’ dedicata alla santa patrona di Catania, festeggiata in ben tre date differenti: dal 3 al 6 febbraio, il 12 febbraio e il 17 agosto. Oltre al suo valore architettonico e artistico, nel Duomo sono conservate le reliquie della Santa e vi è seppellito Vincenzo Bellini, famoso compositore di origine catanese.
  3. La via Etnea è  il luogo di passeggio per catanesi e turisti. Passeggiare sarà come fare un viaggio nel barocco perché quasi tutti i palazzi e le chiese furono costruite dopo il terribile terremoto del 1693 che rase al suolo Catania e ricostruito nello stile del periodo.
  4. Il Teatro Massimo Vincenzo Bellini, è un teatro edificato a fine ottocento in stile neobarocco e ospita tutt’ora una stagione Lirica di tutto rispetto.
  5. Via dei Crociferi è una piccola via di poche centinaia di metri ma tra le più antiche e ricca di palazzi e chiesette del ‘700. Le chiese sono difficilmente aperte e spesso bisogna accontentarsi di rimirarne l’esterno. 
  6. Le Terme della rotonda sono aperte solo un paio di giorni alla settimana o su prenotazione. Si trovano nel centro storico di Catania, strutture termali romane del I secolo d.C. trasformate in seguito in chiesa durante il periodo bizantino.
  7. Il Monastero dei Benedettini è uno dei più grandi complessi monastici d’Europa ed è attualmente uno spazio culturale dove si svolgono mostre e laboratori.
  8. Il museo storico dello sbarco in sicilia 1943 è situato in un ex sito industriale, ed è un luogo dove, attraverso filmati particolari, ricostruzioni degli ambienti, simulazioni e oggetti d’epoca, ci racconta lo sbarco degli alleati in Sicilia.
  9. Lorto botanico è il luogo perfetto per prendersi una pausa e rilassarsi passeggiando tra i suoi viali geometrici e le sue collezioni di piante esotiche e sicule.
  10.  il Castello Ursino, maniero del XIII secolo, sede del parlamento durante i Vespri Siciliani, venne trasformato in sede reale e poi modificata parzialmente in prigione. Adesso è sede del museo civico della città.

Se volete visitare la città senza pensieri e risparmiando su diverse visite, potete acquistare il pass che vi permette entrare gratuitamente in alcune strutture e utilizzare senza limiti i mezzi di trasporto cittadini. Nel pdf creato dal comune di Catania trovate la lista del patrimonio artistico e architettonico della città con gli orari e le informazioni utili sui biglietti.

castello ursino catania cosa vedere

Scopri i voli per raggiungere Catania

L’aeroporto più vicino è l’aeroporto Catania- Fontanarossa.  L’ Alibus vi condurranno velocemente al centro città.

Come muoversi a Catania

Per muoversi a Catania, nelle zone del centro storico, non conviene usare l’auto. Passeggiare a piedi è la migliore soluzione ma se preferite usare un mezzo di trasporto, allora potete usare moovit per organizzare il vostro percorso con gli autobus o potete controllare la linea ferroviaria metropolitana, le fermate che effettua e gli orari che osserva.

Per raggiungere i paesi della cosidetta circumetnea, ovvero che sono situati attorno alle pendici del monte Etna, potete approfittare della pittoresca linea ferroviaria che offre il giro completo dei centri abitati attorno all’Etna, o utilizzare il servizio bus. Essendo quest’ultimo creato principalmente per i pendolari, è sospeso di domenica e nei giorni festivi.

Se volete approfittare del vostro soggiorno a Catania per girare liberamente e magari visitare le bellissime città di Taormina e Siracusa che distano circa un’ora di strada, allora conviene noleggiare un mezzo.

Credits foto: Castello Ursino- Luca Aless

Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *