Pantelleria

Cosa visitare e cosa fare a Pantelleria

Le cose da vedere a Pantelleria sono tante. Pantelleria è un isola incredibile perchè tutti possono trovare qualcosa adatto a loro. Chi ama il relax e il benessere troverà terme naturali dove immergersi. Chi preferisce la vita più attiva potrà godersi gli sport acquatici  come il windsurf e il diving o il trekking sulla Montagna Grande da cui godersi gli splendidi panorami dell’isola e della costa africana .Chi è appassionato di archeologia troverà un isola piena di storia le cui tracce sono ancora ben visibili in punti come Cala Gadir. 

lavo venere pantelleria

I 4 posti più spettacolari dove farsi il bagno a Pantelleria

  1. Lo Specchio di Venere.  Pantelleria al suo interno offre lo spettacolo unico di un lago naturale. Questo specchio d’acqua occupa il cratere di un vulcano e si trova in contrada Bugeber.  Fatevi il bagno nelle sue acque sulfuree, massaggiatevi con i suoi fanghi dalle proprietà termali e avrete una pelle liscia e purificata per giorni. Il Lago è anche un punto di osservazione perfetto per gli appassionati del birdwatching: sono infatti frequenti gli avvistamenti, durante la stagione migratoria, di numerose specie di uccelli tra i quali i fenicotteri.
  2. L’Arco dell’Elefante si trova ad est dell’isola ed è chiamato così per la presenza di un’enorme scoglio di pietra lavica a forma di proboscide di elefante che entra in acqua creando un grande arco. E’ uno dei luoghi simbolo di Pantelleria ed è facilmente raggiungibile in auto.
  3. Il Laghetto delle Ondine è un laghetto naturale e si trova in località Punta Spadillo, sempre nella zona est dell’isola. Anch’esso è un luogo simbolo di Pantelleria perchè è un lago quasi al confine con il mare che, quando è agitato ne ricambia le acque.
  4. Balata dei Turchi è uno dei luoghi più affascinanti dell’isola. E’ una baia con dei fondali ed un costone dai colori stupefacenti. La strada per arrivarci è un pò lunga e poco agevole, ma il paesaggio merita sicuramente gli sforzi fatti.
pantelleria cala

Le 4 saune naturali più belle e gratuite di Pantelleria

  1. A Nikà è presente una grotta di acqua termale, molto curativa per le flebiti la cui temperatura si aggira intorno ai 40° C.
  2. La Sauna Naturale di Sibà, detta anche “Grotta di Benikulà” o “Bagno asciutto”, è una grotta dal cui interno, ad intermittenza, fuoriesce vapore acqueo a circa 40°C.
  3. Favare sono dei getti di vapore acqueo che fuoriescono da fessure nella roccia, L’area è situata alle pendici della Montagna Grande, nel lato sud dell’isola e gode di un panorama sorprendente.
  4. Sàtaria si trova nella zona sud-ovest dell’isola. In prossimità di una caletta, all’interno di una grotta, nelle sue vasche di acqua sorgente si potranno godere i benefici dei suoi vapori.

Altri 4 luoghi da vedere a Pantelleria

  1. Il Castello Barbacane è un monumento di origine medievale, costruito in pietra lavica.
  2. L’Acropoli di San Marco e Santa Teresa ,due colline sulle quali si svolgevano le principali funzioni pubbliche, politiche e religiose in epoca punica e romana.
  3. Sesi ( in pantesco “mucchi di pietre”), sono costruzioni megalitiche, monumenti sepolcrali ad opera di un popolo originario dell’Africa Settentrionale, datati circa 5000 anni fa .
  4. A Cala Gadir, piccolo porticciolo a est dell’isola, è possibile anche fare immersioni e compiere l‘itinerario archeologico subacqueo che la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana ha realizzato. Durante l’immersione sarà possibile vedere numerosi oggetti e anfore facenti parte di due relitti a pochi metri di profondità e datati tra il III e II secolo a.C. 

Scopri come raggiungere Pantelleria

Volotea propone tratte da Torino, Milano-Bergamo, Venezia e la Blu-Express da Milano-Bergamo e Roma.

Voli di linea: Alitalia connette l’isola con Roma FiumicinoNapoli e Milano-Linate.

Voli interregionali  vengono effettuati  dalla Mistralair da Trapani.

Voli charter invece vengono organizzati dalla compagnia Blu Halkin da Bologna e Milano-Malpensa.

Se siete in Sicilia e volete spostarvi con il traghetto, la LibertyLines collega l’isola a  Trapani.

Come muoversi a Pantelleria

Una volta arrivati sull’isola conviene affittare un auto o uno scooter direttamente in aeroporto in uno degli autonoleggi dell’isola. Alcuni come radyshams permettono l’affitto anche di mountainbike  e bici elettriche o potete noleggiare su unanotteinbarca, l’esperienza di godersi il tramonto direttamente sull’acqua e addormentarsi cullati dal mare

Credits foto: Lago di Venere- mauro9

Condividi con