Parco dell’Etna

Il Parco dell'Etna

crateri etna

Il Parco dell’Etna, detta anche “a Muntagna” è una riserva naturale di 59000 ettari da cui si ammirano paesaggi  meravigliosi e diversi tra loro.

I percorsi naturali danno enormi soddisfazioni sia a chi è poco allenato sia a chi è appassionato di trekking e montagna.

Il mezzo più facile con cui muoversi è l’auto perchè potrete raggiungere tutti i punti di partenza dei sentieri e delle escursioni sull’Etna.

E’ vero, la Sicilia è conosciuta per il suo clima mediterraneo ma, salendo in montagna, le temperature si abbassano considerevolmente. Per questo è bene vestirsi a strati con abbigliamento in cotone, giacche antivento e scarpe comode, preferibilmente da trekking.

Fondamentale portare con sè una scorta di acqua e cibo e, se possibile, un gps perchè nei sentieri poco segnalati è facile perdere l’orientamento.

Primavera e Estate sono i periodi migliori per salire sui crateri.

Inverno e Primavera sono le stagioni di apertura delle piste sciistiche gestiti dall’Ente funuvia dell‘Etna.

In Autunno e Primavera il tempo è mite e ottimo per percorrere i sentieri e scoprire le meraviglie della Riserva naturale.

Se desiderate pernottare o pranzare ad alta quota, all’interno del Parco sono presenti 4 rifugi.

Sul versante sud il Rifugio Sapienza, a  Nicolosi e il Rifugio Ariel, a Ragalna.

Sul versante nord il Rifugio Ragabo, a Linguaglossa e il Rifugio Citelli, a Sant’Alfio.

Alcuni dei punti più suggestivi da vedere all'interno della Riserva dell'Etna

I Sentieri nel Parco dell'Etna

mappa cai sentieri

Gli itinerari segnalati nel parco sono distitnti per durata e livello di difficoltà.

Sul sito del parco sono indicati 8 interessanti itinerari con le relative carte topografiche.

Su Wikimapia potete localizzare facilmente le varie zone del parco.

Nell’immagine, di proprietà del Club Alpino Italiano,  avete una visuale complessiva del territorio della Riserva e dei sentieri segnalati.

Etna: sulla cima del vulcano

Etna cima

Visitare i crateri sommitali del monte Etna è possibile da soli o accompagnati da guide esperte.

I percorsi turistici principali per salire ai crateri centrali sono 2 :

  • Partenza da Rifugio Sapienza– Etna sud (Nicolosi). Si può salire a piedi o in funivia ( o funivia + jeep). Poi si prosegue a piedi fino ai crateri.
  • Partenza da Piano Provenzana– Etna Nord (Linguaglossa). Si può salire in jeep per poi proseguire a piedi fino alle bocche sommitali.

Molti crateri spenti sono inoltre visitabili anche ai 1900  metri del Rifugio Sapienza e percorrendo i sentieri segnalati.

Etna: attività nei dintorni con i bambini

gole alcantara

Vicino il parco potete avventurarvi nelle gole dell’Alcantara, raggiungere facilmente il parco a tema Etnaland o visitare l’osservatorio astronomico.

Potrebbe interessarti anche...

Condividi con